INDAGINI PREASSUNZIONALI

In una fase così difficile per il mondo del lavoro sia per chi cerca ma anche per chi assume, le aziende tendono molto spesso alla salvaguardia dei loro interessi. Una delle fasi più difficili è la gestione delle risorse umane e, quindi, la scelta dei propri collaboratori. Molto spesso verificare le reali competenze di una risorsa, presentate all’interno di un curriculum vitae, e la reale affidabilità delle informazioni diventa sempre più difficile.
E’ per questo motivo che molte aziende italiane oltre al proprio iter selettivo interno provvedono anche a far eseguire delle indagini preassunzionali che possono essere svolte sia all’interno delle aziende stesse ma anche affidate a investigatori privati che operano esternamente. Attraverso le indagini preassunzionali, per il futuro candidato, non è più conveniente mostrarsi migliore di quello che si è in realtà.
Molto spesso oltre alla proprie competenze, per alcune aziende, risultano fondamentali anche le attitudini caratteriali e psicologiche del candidato le quali dovranno essere in linea con il ruolo che la risorsa andrà a ricoprire.

 

INDAGINI PREASSUNZIONALI COME SI SVOLGONO ?

 

Generalmente le indagini preassunzionali vengono svolte dalle aziende le quali a loro volta si affidano ad agenzie di investigazioni operanti sul territorio. In particolare la Alpha Investigazioni e Sicurezza  in accordo con le aziende valuterà i punti sui quali bisognerà prestare maggiore attenzione.

Alcune delle indagini preassunzionali più richieste sono:

  • Verifica del titolo di studio e delle eventuali certificazioni
  • Valutazione delle esperienze lavorative pregresse compresi i riscontri sulla reputazione dai precedenti luoghi di lavoro
  • Valutazione del Profilo Familiare
  • Valutazione protesti finanziari
  • Valutazione dei problemi con la giustizia

LE INDAGINI PREASSUNZIONALI SONO LECITE ?

 

Quando un’azienda richiede di avviare delle indagini preassunzionali sui candidati la prassi corretta prevede che questi ultimi siano informati e che ne diano consenso. Questa prassi, però, è seguita solo da alcune grandi network e/o importanti aziende multinazionali che seguono una policy di trasparenza e che, in fase di colloquio, fanno firmare al candidato documenti che autorizzano queste indagini. Nella maggior parte dei casi, invece, le aziende fanno semplicemente fede all’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del decreto legislativo 196/2003 presente sui curriculum vitae.

 

Contattaci senza impegno per una consulenza o un preventivo gratuito !

SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI CONTATTACI ORA

Cellulare: 342.8317.602 (Whatsapp)

Email: alphainvestigazione@gmail.com

FORM CONTATTI